mercoledì 22 marzo 2017

Tinta Vegetale Khadi Hennè, Amla e Jatropha: preparazione e considerazioni finali

Ciao a tutte ragazze e ben ritrovate!
In questo post voglio parlarvi di un prodotto che ho provato recentemente: la Tinta Vegetale della Khadi Hennè Amla e Jatropha.
Tinta vegetale Khadi Hennè amla e jatropha, hennè, applicazione henne, preparazione hennè


La Khadi propone diversi tipi di tinte vegetali : biondo miele, castano scuro, nocciola, rosso (hennè puro), castano chiaro, castano, nero, indigo etc…
Le tinture della Khadi  contengono sostanze naturali, non contengono conservanti, rafforzanti del colore, perossidi o sostanze chimiche di alcun genere.
Tutte le tonalità Khadi possono essere mescolate tra loro senza problemi, la proporzione dipende dal colore desiderato, dalla struttura del capello e ovviamente dal colore di partenza dello stesso.

Io ho scelto la Tinta Vegetale Hennè con Amla e Jatropha  perché, rispetto all'Hennè contenente solo Lawsonia (hennè rosso puro), dovrebbe conferire un colore di un rosso più scuro.
E’ una tinta naturale al 100% e non contiene picramato di sodio.
La confezione contiene 100 g. di prodotto ed il costo è euro 6.90.
Il colore che conferisce ai capelli va dall’arancione al rosso, dipende dal colore di partenza.
Copre i capelli bianchi, colora i capelli e, allo stesso tempo, con la sua applicazione, andiamo ad effettuare un vero e proprio trattamento di bellezza ai nostri capelli perché, grazie alle varie erbe contenute all’interno, apportiamo il giusto nutrimento ai nostri capelli ristrutturandoli.
Questo hennè è una miscela di erbe tintorie, al suo interno infatti troviamo: la lawsonia, l’amla, il neem, lo shikakaj, il brhami e il bringharaj.

Ecco l'INCI
Ingredients (INCI): Lawsonia Inermis (Henna) ● Emblica Officinalis (Amla) ● Eclipta Alba (Bhringaraj) ● Bacopa Monniera (Brahmi) ● Acacia Concinna (Shikakai) ● Terminalia Chebula (Harad) ●Terminalia Bellirica Roxb. (Vibhitaki) ● Jatropha Glandulifera (Jatropha) ● Azadirachta Indica (Neem)


La Lawsonia è conosciuta con il nome di hennè rossa, è una pianta originaria dell’area subtropicale mediterranea. E’ famosa per le sue proprietà tintorie, dalle sue foglie e dai suoi rami essiccati e triturati si ottengono delle polveri per tingere i tessuti, pelle e capelli.
In particolare è la polvere dei rami  di questa pianta a conferire il colore arancio-rosso, le foglie invece daranno una colorazione che vira al castano.
La forza colorante è data dalla presenza del lawsone, la cui concentrazione risulta più elevata nelle piante coltivate in climi molto caldi.
Quindi, le piante provenienti dalle aree di coltivazione più calde dovrebbero rilasciare un colore più intenso.
Le proprietà della lawsonia sono molteplici; oltre alle proprietà tintorie, la lawsonia ha un potere filmante, cioè avvolge il capello in una guaina dando come risultato:
  • ispessimento del diametro del capello
  • maggiore districabilità
  • maggiore lucentezza


L’amla è un prezioso alleato per la cura dei capelli :
  • nutre e rafforza le radici
  • stimola la crescita dei capelli
  • ne contrasta la caduta
  • contrasta la formazione delle doppie punte
  • rende i capelli più lucidi
  • allevia il prurito esercitando un’azione rinfrescante sul cuoio capelluto
  • ottima per i capelli secchi, crespi, spenti, sfibrati
  • ottima per capelli grassi, con forfora (azione purificante)
  • mescolata all’hennè intensifica l’effetto della colorazione favorendo la pigmentazione del capello


Il neem  contiene azadiractina, una molecola dalle spiccate qualità repellenti e si trova spesso in diversi prodotti per capelli e in prodotti per la prevenzione e la cura contro la pediculosi (formazione di pidocchi) nei bambini.
Ottimo per capelli sfibrati e sfruttati; dopo un trattamento con il neem, il capello ne risulterà rinvigorito, nutrito e lucente.
Il neem è inoltre un ottimo rimedio contro la forfora; anche il neem, come l’amla, favorisce la crescita dei capelli rinforzandoli dalle radici.
L’applicazione del neem crea un cuoio capelluto sano e dei capelli splendenti:
  • azione antiforfora
  • mantiene il pH del cuoio capelluto
  • favorisce la crescita dei capelli
  • dona lucentezza ai capelli
  • ammorbidisce i capelli crespi nutrendo le doppie punte
Leggi: L'Olio di Neem


La polvere di shikakai è utilizzata soprattutto per combattere la forfora; è rinforzante per i capelli, ne stimola la crescita.
Inoltre è conosciuta per le sue proprietà detergenti e schiumogene naturali, per questo motivo è utilizzata in alternativa al ghassoul o alla farina di ceci).
Svolge anche un’azione condizionante e aiuta a districare i capelli.
Per i capelli tendenti al secco si consiglia l’uso in associazione all’amla.

La polvere di brahmi contrasta la forfora e il prurito del cuoio capelluto; è un ottimo rimedio naturale contro la caduta dei capelli ed inoltre li inspessisce.
Per potenziarne l’effetto, la polvere di brahmi può essere associata ad altre polveri come l’amla, lo shikakai, il neem, il bringhraj, queste permettono di rinforzare fusti e radici dei capelli in modo naturale.

La polvere di bringharaj è un’antica erba ayurvedica utilizzata per prevenire e contrastare l’ingrigimento e la perdita dei capelli, ne stimola la crescita e conferisce una colorazione leggermente scura agli stessi.
dove acquistare la tinta vegetale khadi https://sorgentenatura.it/p/colore-vegetale-per-capelli-rosso-henna?utm_source=partner&utm_medium=searchtool&utm_campaign=5469&pn=5469

Dove acquistare la Tinta Vegetale Khadi Henne Amla & Jatropha

                                                             Video Preparazione Hennè


Le mie considerazioni:
Io ho sempre utilizzato l’hennè rosso freddo delle Erbe di Janas con cui mi sono trovata molto bene, sia per quanto riguarda la preparazione, l’applicazione ed il risultato finale.
Questa volta però ho voluto cambiare e sperimentare qualcosa di nuovo:
premetto che il mio obiettivo era quello di ottenere dei capelli scuri con riflessi prugna o violacei, partendo comunque da un colore già scuro!!
Per quanto riguarda la preparazione non ho avuto grossi problemi, tra l’altro è risultata anche abbastanza veloce poiché questo tipo di hennè non necessita di ossidazione.
L’applicazione di questo hennè invece mi ha fatto disperare; ho avuto difficoltà nella stesura del prodotto sui capelli perché ho notato che il composto si è addensato e si sono formati dei grumi  (rispetto all’hennè delle erbe di janas), situazione peggiorata dal fatto che io ho i capelli molto ricci e lunghi; anche la sua rimozione è stata abbastanza difficoltosa.
Il risultato finale mi ha soddisfatta per metà; è vero che dopo il trattamento il capello è risultato molto più curato, più lucido, più sano nel suo insieme; non ho avuto problemi a districare i miei ricci ribelli; è un hennè che colora, anche i capelli bianchi (io però non ne ho molti), e la colorazione dura nel tempo, non scarica facilmente, però il tipo di colorazione ottenuto non mi ha soddisfatta!! E’ vero che dipende dal colore di partenza ma comunque, partendo dallo stesso colore di base dei capelli, castano con riflessi rossi,   preferisco il risultato ottenuto con l’hennè delle erbe di janas che conferisce dei riflessi di un rosso più scuro, quasi tendenti al ciliegia,  rispetto a questo della khadi che invece, a me personalmente, ha dato dei riflessi rosso rame, come il classico colore conferito dall’hennè rosso puro!!
Il risultato potete vederlo da sole 
Tinta vegetale Khadi Hennè Amla e Jatropha, hennè khadi opinioni, hennè khadi preparazione


I riflessi ottenuti cambiano in base alla luce ma comunque il rosso che si ottiene con l’hennè della khadi, come vi dicevo prima,  è un rosso tendente più al ramato, per fortuna ho aggiunto anche l’indigo e l’ibisco altrimenti credo che sarei venuta fuori arancione!!

Non credo che riacquisterò questo prodotto, anche se è un buon prodotto perché il suo lavoro lo fa, rende il capello molto più bello, sano, lucido, morbido ma la sua applicazione e il risultato finale proprio non mi hanno fatto impazzire!!

Forse, per raggiungere il risultato che desidero, ho bisogno di fare più applicazioni e quindi di stratificare l’hennè, ma al pensiero che devo faticare il doppio se non il triplo per applicare questo hennè sui miei capelli, la voglia mi passa completamente!!
Credo che ritornerò, per il momento, al mio amatissimo rosso freddo delle erbe di janas!!

E voi avete provato questo prodotto?? Come vi siete trovate??
Sono curiosa di sentire anche i vostri pareri a riguardo!!

Per oggi è tutto vi bacio dandovi appuntamento al prossimo post!!

Nessun commento:

Posta un commento